L’Accademia del Torrese è un'associazione non riconosciuta costituita da un gruppo di amici di Torrebruna che hanno avuto l’idea di recuperare e salvare i ricordi della comunità Torrese degli anni ’50 del Novecento con riferimento alla lingua parlata, agli usi e costumi del tempo, mettendoli a disposizione di tutti coloro che direttamente o indirettamente ne sono interessati.

L’Accademia vuole anche porre le basi per trasferire il gusto di parlare e scrivere il dialetto torrese alle nuove generazioni, che ormai non sentono parlare il dialetto nemmeno a casa dai genitori e nonni, fornendo gli strumenti per scrivere e parlare il dialetto torrese partendo dall’Italiano.

A questo scopo sono stati predisposti il dizionario Torrese/italiano, il dizionario Italiano/Torrese, il Sussidiario, il Frasario e l’Usario che trovi in questo sito. L’Accademia intende realizzare il suo progetto con la collaborazione di tutti i Torresi di buona volontà che desiderano dedicare un po' di tempo ai temi della lingua e delle tradizioni torresi; intendiamo Torresi sia coloro che nel paese ci vivono, sia quelli che in paese ci vengono – più o meno spesso in base ai propri impegni – condividendo il modo di vivere dei torresi anche attraverso il linguaggio.
In parole torresi, ci rivolgiamo sia a chill ch'arman, sia a chill ch'arvenn

Il progetto come lo vedi sviluppato in questo sito non è ancora ultimato.
Sei invitato anche tu a integrare e/o correggere il materiale presente in questo sito con tue proposte da inviarci preferibilmente tramite la sezione "contattaci" che trovi a fondo pagina.

Non appena il materiale raccolto sarà ritenuto completo e “certificato” dagli accademici, si redigerà una versione cartacea definitiva dei suoi contenuti.

Tramite la stessa sezione "contattaci" segnalaci anche se vuoi diventare Socio dell’Accademia, dedicando un po' del tuo tempo alle questioni che noi trattiamo.

L’Accademia al momento non ha una struttura né un regolamento: i soci (accademici) sono tutti coloro che in qualche modo partecipano alla realizzazione del progetto con propri ricordi e proposte. Sarà anche adottato uno statuto dell’Accademia con tutte le registrazioni del caso non escludendo di dotare l’Accademia di una sede propria ove si incontreranno gli amanti della Torre e della sua lingua (Accademici e non).