Usario

Gli scambi commerciali

monete e baratto

In una realtà costituita da economia contadina e artigianale quasi autosufficiente c’era una scarsa circolazione della moneta e pertanto gli scambi erano effettuati mediante baratto tra merci e/ore di lavoro secondo un rapporto che rappresentava anche il peso di domanda e offerta del singolo bene o tipologia di lavoro.

E cosi con una giornata di lavoro di un muratore si poteva comprare più cose di una giornata di lavoro di un contadino o di un vetturino (attuale ncc che guidava asini o muli). Se con un chilo di patate si comprava un chilo di sale, con un chilo di grano se ne comprava 2 ecc.

Si racconta che in qualche negozio c’erano due bilance: una per la merce che entrava, l’altra per la merce che usciva: perché????